GITA AD AOSTA E CASTELLO DI FENIS 27/09/2014

Sono le 6,30 del 27 settembre, è ancora buio, il cielo è stellato, l'aria è fresca quando arriva il pullman e mi porta a San Rocco Castagnaretta per incontrare i primi gitanti. Si prosegue per piazza d'Armi, piazza Europa e per ultimo appuntamento, Madonna dell'Olmo. 

Sono ormai le 7,10 quando uno “spicchio” di sole fa capolino sulle colline langarole e pian piano illumina tutto il cielo. 

Siedo di fianco all'autista e vedo scorrere sotto di noi a velocità costante il nastro grigio dell'asfalto autostradale. Il cielo è limpido e il paesaggio splendido: verde la lunga valle della Dora Baltea e lassù, oltre i 3900 metri, le bianche cime innevate. 

Alle 10,15, puntuali sull'orario previsto, arriviamo ad Aosta. 

Vicino all'Arco di Augusto incontriamo la guida, una signora gentile e colta che ci illustra con molta professionalità la storia della città, dai primi insediamenti fino all'Aosta attuale. Visitiamo il centro storico con i suoi monumenti, l'anfiteatro, la cattedrale e la sua cripta. Dopo un buon pranzo alla “valdostana” in un tipico e famoso ristorante ci siamo concessi una rilassante passeggiata per la via principale, godendoci uno splendido sole e una gradevole temperatura quasi estiva. 

Poi come da programma, siamo partiti alla volta del Castello di Fenis. La visita all'interno è stata molto interessante ed illustrata con competenza dalla guida che sapientemente ci ha fatto immedesimare nella vita quotidiana dei castellani.

Dopo una breve passeggiata si inizia il viaggio di ritorno. 

E' stata una bella gita, ben riuscita, fatta con tanta allegria e allietata dalla fisarmonica dell'amico Tarcisio e dai canti di alcuni gitanti! 

 

Livio Griseri