Come si effettua la donazione

  • Le donazioni di sangue si effettuano presso il Centro Trasfusionale dell'Ospedale S. Croce di Cuneo dal lunedì al sabato e la seconda domenica di ogni mese, dalle ore 8,30 alle 11,30.

Il Centro Trasfusionale si trova al Piano Terra del S. Croce, entrando da Via Coppino, a sinistra della portineria.

  • La mattina, prima della donazione, è consigliato assumere una leggera colazione ( un caffè, un the, due biscotti secchi, frutta o succhi di frutta. N.B.: evitare latte e derivati). Dopo la donazione e durante la giornata è importante assumere molti liquidi (no alcolici).
  • Arrivati al Centro Trasfusionale, bisogna prenotare il proprio turno prendendo il ”numerino”, che determina l’ordine di chiamata, dall’apposito distributore rosso.
  • Nell’attesa di essere chiamati, dobbiamo compilare il “MODULO DI ACCETTAZIONE E CONSENSO” alla donazione, scegliendo tra quello per i “donatori periodici” (dalla 2° donazione in poi) o per i “nuovi donatori” (1° donazione al SIMT di Cuneo).

Questo modulo informa il medico sullo stato di salute di ogni donatore. E’ indispensabile rispondere sinceramente ad ogni domanda, altrimenti il medico (in caso si scopra che un donatore ha mentito) potrà procedere penalmente contro l’interessato. 

L’ultima domanda del modulo è : 

”PER MOTIVI PERSONALI, RITIENE CHE IL SERVIZIO TRASFUSIONALE NON DEBBA UTILIZZARE LA SUA DONAZIONE, ATTIVANDO QUINDI UNA PROCEDURA RISERVATA DI AUTOESCLUSIONE…?”  

Ossia: se siamo tranquilli sul nostro comportamento di vita sano e sulle risposte date al modulo, la risposta è NO, nessuna procedura per l’autoesclusione. Altrimenti, se abbiamo dei dubbi che il nostro stile di vita possa aver compromesso la nostra salute e quindi il nostro sangue, allora la risposta è SI, procedura per l'autoesclusione.

  • Per i NUOVI DONATORI: chi vuole aderire alla nostra AVIS, sul retro del suddetto modulo, prima della firma, dovrà apporre la crocetta su VOLERE e specificare AVIS CUNEO nell'apposito spazio. 

E' importante aderire ad un'associazione perchè queste hanno il compito di affiancare il Centro Trasfuionale nel reperimento dei donatori disponibili, soprattutto durante la carenza di sangue, con convocazioni e promuovendo una intensa promozione e sensibilizzazione al dono del sangue (tramite incontri con le scuole, partecipazione ad eventi e manifestazioni cittadine, ...). Inoltre nella nostra sede è a disposizione gratuita dei soci e dei loro famigliari, l'ambulatorio dove poter consultare medici specialisti ed effettuare esami veloci sul sangue.

  • Arriva il nostro turno: subito gli infermieri procedono con la misurazione della pressione sanguigna e con un piccolo prelievo capillare (punturina sul polpastrello): se i valori analizzati sono OK...
  • ...passiamo in un altro ambulatorio dove un medico controlla e registra i nostri dati, ci consegna dei gettoni da utilizzare per la colazione post-prelievo presso la sala d'attesa dove ci sono gli appositi distributori di alimenti e bevande. Infine ci accomodiamo sulla poltroncina per la donazione.
  • Se è la prima volta, il colloquio col medico trasfusionista sarà più lungo perchè questi dovrà compilare la nostra scheda personale, analizzando le risposte date sul modulo informativo poco prima compilato.
  • Sempre dal medico, se richiestro, ci verrà rilasciata la dichiarazione della donazione, da presentare al datore di lavoro, in quanto la legge italiana riconosce il diritto ad una giornata di riposo al donatore (lavoratore dipendente), sottoposto al prelievo di sangue, conservando la normale retribuzione per la medesima giornata, anche ai fini pensionistici. Per gli studenti la dichiarazione della donazione varrà come giustificazione scolastica.
  • Ogni volta che effettueremo la donazione di sangue, la nostra scheda personale sarà aggiornata con i dati relativi alla nostra salute e nello specifico al nostro sangue (tramite gli esami che vengono fatti)
  • ESAMI SUL SANGUE: alla prima donazione verrà inviato al donatore un esame generale. Dalla seconda donazione e: ogni 2 volte alle donne - ogni tre volte agli uomini, verrà eseguito un esame completo del sangue che sarà inviato all'interessato. In ogni caso, ad ogni donazione i medici effettuano tutti i controlli per accertare che il sangue sia sano e quindi trasfondibile e, in caso vengano riscontrate delle anomalie, un medico contatterà direttamente l'interessato.
  • All'inizio di ogni mese, il Centro Trasfusionale trasmette alla nostra AVIS il tabulato con le donazioni mensili e i nominativi dei nuovi iscritti, quindi la segreteria provvederà all'aggiornamento dei dati e all'inserimento dei nuovi donatori, inviando loro la tessera associativa.